Articoli selezionati

Una casa prefabbricata pronta in due giorni, la sfida di Jonas Wagell

Jonas Wagel, architetto svedese, è riconosciuto come uno dei più trendy designer in circolazione grazie alla sua Mini House, una moderna casa prefabbricata che è facilmente costruibile in soli due giorni.
In soli 15 metri quadri, la piccola abitazione comprende una terrazza della medesima dimensione con una pergola per assicurare il refrigerio.
Tutti i moduli del prefabbricato e le varie aggiunte che comprendono, tra i vari, una cucina compatta, un modulo bagno ed un sistema fotovoltaico a 12V vengono consegnati al luogo di costruzione pronti per essere inseriti e messi in funzione.

Posata su una fondazione di cemento, la casa prefabbricata, è adatta a tutte le condizioni atmosferiche e presenta una grandissima attenzione per i dettagli.

Connect:Homes nuove aziende si affacciano al mondo delle case prefabbricate

Alcuni giorni fa due veterani delle case prefabbricate “made in USA”, Jared Levy e Gordon Stott, hanno pubblicato ill sito internet della loro nuova avventura, la Connect:Homes. Lo scopo dichiarato è quello di “consegnare case moderne che siano accessibili, ecologiche e disponibili ovunque siate.” Levy e Stott hanno avviato l’azienda, con sede a Los Angeles, per reinventare il concetto di prefabbricato modulare e fornire case intrinsecamente verdi e spedite quasi ovunque ad un costo inferiore rispetto alla concorrenza.

Il risparmio sulla spedizione è ottenuto attraverso i telai d’acciaio speciali che si adattano a qualsiasi mezzo di trasporto (tir, barca o in treno) senza costi aggiuntivi.

Jared e Gordon, però, non sono intenzionati a vendere semplici case container ma vogliono guidare l’acquirente nell’intero processo dall’acquisto alla personalizzazione con dimensioni che variano da 60 a 300 metri quadrati, con prezzi a partire dai 1200 euro al metro quadrato.

Se siete ansiosi e curiosi di vedere un prototipo delle loro realizzazioni potete fare un salto al Dwell on Design di Los Angeles dal 22-24 giugno 2012.

Ikea Aktiv, case prefabbricate dalla Svezia

Doveva accadere ed è accaduto. Ikea, il brand universalmente riconosciuto come il fautore dell’arredamento low-cost e alla portata di tutti si tuffa nel mondo delle case preabbricate con la linea Aktiv, una linea presentata al pubblico come prototipo durante il Portland Home & Garden Show.
Il prezzo è interessante, 86.500 dollari americani

Un’idea brillante per i containers abitativi? Eccone alcune proprio per te!


Ridurre, riutilizzare e riciclare è un concetto che ben si adatta con queste diverse configurazioni di containers progettati per sessere utilizzati come semplici depositi, stanze per gli ospiti oppure case prefabbricate funzionali in tutto e per tutto.

Le case prefabbricate e la concessione edilizia

Mi sembra di aver capito che per costruire una casa in legno devo seguire una prassi particolare.
Mi hanno detto che non serve un vero e proprio permesso di costruzione.
Serve la concessione edilizia o basta un’autorizzazione?
Non è che il comune possa bocciare il progetto?
Non dovrebbe essere necessario rivolgersi ad un tecnico, ma fanno tutto le ditte. So che è più difficile avere un permesso per le case prefabbricate.

E’ più facile, è più difficile, non serve un permesso, serve un’autorizzazione “speciale”.
Molto semplicemente, le case prefabbricate sono una semplice alternativa costruttiva ai sistemi dell’edilizia tradizionale. Il progetto di una casa in legno segue il medesimo iter burocratico di qualsiasi altra costruzione.
Serve un tecnico abilitato (architetto, geometra, ingegnere) per la presentazione e per ricoprire il ruolo di direttore dei lavori. Dobbiamo incaricare tutta una serie di figure per le strutture, per l’indagine geologica, per il progetto degli impianti e la sicurezza sul cantiere.
Limitandoci al tema dell’articolo, il permesso di costruire verrà concesso dall’amministrazione comunale che richiederà una serie di documenti.
Ogni comune ha la sua prassi e sarà cura del progettista preparare la documentazione tecnica necessaria. Il progetto potrà essere esaminato da una Commissione Edilizia, ma vi sono Comuni che si limitano ad un’istruttoria interna. A volte può bastare una semplice D.I.A. (denuncia di inizio attività), altre ancora possono essere presenti dei vincoli che richiedono il parere preventivo (ad esempio paesaggistico) della Soprintendenza ai Beni Ambientali.
In ogni caso le case prefabbricate non si differenziano dai sistemi tradizionali e non comportano sconti o documentazione aggiuntiva.
In taluni casi il basso consumo energetico (documentato dall’attestato di certificazione o da una relazione di calcolo) possono comportare uno sconto sugli oneri o un bonus volumetrico.
Le case prefabbricate (a telaio o massicce) con cappotto esterno intonacato appaiono identiche a quelle in laterizio e non presentano particolari problemi nell’ottenimento dei permessi. Un discorso a parte va fatto solo per gli edifici in legno “a vista”, non sempre accettati sul territorio italiano, soprattutto nei contesti urbani con caratteristiche omogenee.
Taluni comuni impongono al cittadino di adottare soluzioni costruttive tipiche della zona e previste dal regolamento edilizio (pluviali in rame, coppi in laterizio, balconi di foggia tipica, utilizzo di rivestimenti in pietra, forma delle aperture, gronde rivestite, montaggio di scuri in legno….). Anche in questo caso le case prefabbricate sono costruzioni versatili che rispondono positivamente alle prescrizioni, senza compromessi o penalizzazioni.

A cura dell’architetto Paolo Crivellaro, esperto di case prefabbricate in legno e bioedilizia.

Link alla fonte dell’articolo

Quale forma scegliere per le case prefabbricate?

IL TEMA DELL’ASPETTO DELLE CASE PREFABBRICATE E’ STATO TRATTATO IN VARI ARTICOLI, MA APPARE COMUNQUE POCO CHIARO A MOLTE PERSONE.

ESISTE UNO STILE DELLE CASE PREFABBRICATE IN LEGNO E VI SONO LIMITI ALLA LIBERA PROGETTUALITA’?

Sto valutando l’idea di costruire la mia casa nella campagna Toscana con il metodo delle case prefabbricate, per poter eliminare spese, cemento e per una mia idea un po’ bio-green.

Per il discorso dell’umidità dal terreno sottostante, essendo anche in pendenza, mi hanno parlato di un vespaio, ma vedo che gli anglosassoni tendono sempre a rialzarle.

Quindi umidità, vorrei abolirti in gran parte dalla casa e dai miei piedi!!!

Visitando il suo sito ho visto alcune immagini interessanti, vorrei sapere se sono progetti realizzati e/o realizzabili.

Purtroppo il mio geometra mi ha detto che come architettura non potrò fare proprio come mi pare, ma dovrò seguire la linea delle case della zona (non so se me l’abbia detto per opportunismo o se in realtà sia proprio così).

E’ così facile incontrare nella nostra Italia architetture che con l’ambiente circostante non hanno nulla a che spartire. Trattandosi poi della Maremma, lo stile non è più di tanto vario, oltretutto costruirei come imprenditore agricolo, con le necessarie strutture ed annessi vari, quindi non so se avrei dei vincoli in più.

Si tratta di un aspetto che affronto quotidianamente con i miei clienti.

Da un lato, vi è la giusta volontà del committente di ideare liberamente la propria abitazione, in un college di idee ed immagini che hanno regalato emozioni.

Dall’altro, l’obbligo del progetto di rispettare la normativa ed i regolamenti edilizi, che vincolano pesantemente il progetto, imponendo gran parte delle scelte compositive, volumetriche e formali.

Ed ancora, le case in legno sono una tecnica realizzativa che esige il rispetto delle proprie regole, soprattutto relativamente alla componente statica dell’edificio.

Un buon progetto per una casa in legno va pensato, sin dal principio, per essere eseguito con questo sistema costruttivo, evitando successive alterazioni ed adattamenti anche importanti, che possono snaturare fortemente l’insieme.

E’ dunque necessario trovare un punto di incontro tra le legittime aspirazioni del cliente, l’inserimento urbano dell’edificio e la sua natura costruttiva.

Come sempre si tratta di un lavoro che spetta al progettista, il cui ruolo non è semplicemente quello di ottenere i permessi edilizi e di eseguire meramente i nostri ordini. L’architetto deve “dare forma” a tutto questo, risolvendo i problemi ed agendo all’interno dei vincoli.

Deve sapere che le case prefabbricate non sono edifici in laterocemento e tenerne conto. Deve quindi conoscerle, comprenderle e spingere le proprie scelte progettuali in una direzione corretta.

Sembra banale, ma la maggior parte delle case prefabbricate realizzate in Italia sono basate su progetti con struttura in cemento armato e muratura in mattoni, adattati più o meno efficacemente.

Molte immagini a corredo degli articoli del blog sono realizzate in legno, ma non sono sempre possibili nella realtà urbanistica del nostro paese o poco adatte per ragioni climatiche (molte sono costruite negli USA).

Poche amministrazioni comunali approverebbero il progetto di un edificio realizzato in gran parte in vetro, con un tetto piano e magari rivestito in legno. Si tratta chiaramente di una questione complessa che non sempre viene digerita dal committente. Perché devo costruire un edificio anonimo o lontano dalle mie aspettative?

Il cliente ha molte ragioni, ma in molti casi questo principio ha portato ai disastri urbanistici del passato, forgiati dal libero arbitrio e dalla mancanza di regole certe da rispettare.

Le nostre città ne sono fortemente segnate e ci vorrà molto tempo per una sostituzione responsabile del patrimonio immobiliare esistente, con nuovi edifici basati su principi bioclimatici e bioedili.

Le case prefabbricate possono entrare a testa alta nel tessuto urbano e non richiedono compromessi particolari alla loro progettazione. Vanno però capite e rispettate.

A cura dell’architetto Paolo Crivellaro, esperto di case prefabbricate in legno e bioedilizia.

Link alla fonte dell’articolo

Method Homes realizza una nuova casa prefabbricata nello stato di Washington…

case prefabbricate americane

Nuova realizzazione per MetThis M2 èper una famiglia in Glacier composta da due camere da letto, 1 bagno, una cucina ed una sala da pranzo in un totale di 120 mq. Essendo una casa prefabbricata modulare sono state utilizzate e combinate due unità distinte per crearne la struttura, unite successivamente da un ponte per mettere in comunicazione le differente aree.
Una contiene la zona notte con le due camere ed il bagno, la zona giorno è composta dalla cucina, la sala e da un piccolo sgabuzzino.
La Method Homes è impegnata nel raggiungere le più importanti certificazioni americane per i suoi prefabbricati attraverso soluzioni ecologiche d’avanguardia.
Tutto il progetto ha impegnato per 3 mesi per essere completato.

Una casa prefabbricata australiana, un progetto che fonde due ambienti

rain catchment, embedded solar, House of the Future, innovarchi, green building concept, Australian green home

La Casa del Futuro iè un progetto realizzato dagli architetti australiani di Innovarchi per una mostra proprio davanti allaOpera House di Sydney. La casa prefabbricata riesce a fondere l’esterno con l’interno, la concettualità con la praticità ed i materiali con l’espressione per mostrare che cosa queste tipologie di abitazioni sono in grado di fare.
Il prefabbricato è totalmente sostenibile e reciclabile utilizzando del legno di pino, un legno che è in grado di svolgere due funzioni fondamentali come la raccolta dell’acqua piovana ed offrire un tetto che riscaldi quando fuori è freddo e tenga la casa fresca quando fuori è caldo. L’ultimo scopo del progetto è quello di sfuocare, minimizzare le linee che dividono l’ambiente interno da quello esterno in modo da provocare in coloro che abitano la casa la necessità di ripensare l’idea standard di un ambiente familiare..

rain catchment, embedded solar, House of the Future, innovarchi, green building concept, Australian green home

immagine di Xenian Lighting

+ Innovarchi

LVL, una casa prefabbricata firmata Rocio Romero

lv serires, rocio romero, kootenay lake, prefab home, green design, eco design, sustaianble architecture

La casa prefabbricata è situata in un’area di sviluppo edilizio denominata Kootenay Lake Village ed è stata costruita dagli architetti del progetto. Tutta su un piano, l’abitazione ha una superfice di 130 mq ed è composta da tre camere da letto, due bagni, una cucina, una sala da pranzo ed uno sgabuzzino.  Un largo patio si apre sul lato della casa che guarda il lago e le porte scorrevoli possono essere aperte per espandere lo spazio in un salotto più vasto all’aria aperta.

Progettata con un senso estetico moderno e contemporaneo, la casa presenta una planimetria aperta, modificabile secondo le necessità del cliente, alla quale è possibile aggiungere ulteriori livelli per renderla a tutti gli effetti modulare. Alcune parti della casa prefabbricata sono realizzate a St. Louis e poi assemblate sul sito di costruzione.

Rocio Romero aiuta i suoi clienti anche a trovare soluzioni sostenibili da installare nella loro casa come pannelli solari o altri sistemi specifici. Il kit della casa prefabbricata LVL ha un costo di partenza di $42,950.

+ Rocio Romero LV Series

+ Kootenay Lake Rocio Romero Prefab

Una casa prefabbricata realizzata con scarti di vetro

ambiente housing, modular housing, green housing, green design, recycled materials, recycled glass,

Una novità dal mondo eco per quanto concerne il mondo delle case prefabbricate. Il sistema di costruzione Ambiente è un nuovo metodo rivoluzionario per la realizzazione di abitazioni modulari dal vetro opportunamente riciclato. Il materiale composito che permette la costruzione delle case è virtualmente industruttibile e resiste al fuoco, alla muffa, agli uragani e alle alluvioni. Le unità abitative sono estremamente efficienti da un punto di vista di sostenibilità energetica e possono essere costruite in meno di una settimana.

Potrà questa soluzione vedere un impiego anche in condizioni normali?

Creazione siti internet costruzione siti web realizzazione pagine Lollo.com - Website design and internet pages development Lollo.com
Lollo s.a.s - Via F. Ferrucci, 41 - 59100 Prato - Italia - Tel +39 0574.570485 - Fax +39 0574.592273 | P.I.: 01733740979 | R.E.A. PO-466305